7^ Albosaggia Indoor – ennesimo successo

Quasi 150 piccoli atleti hanno parecipato alla gara indoor di sabato.

Grande spettacolo sabato 16 febbraio alla 7^edizione della Albosaggia Indoor, la prima in Provincia dedicata interamente ai giovani appassionati di atletica leggera.

Quasi 150 giovani atleti si sono sfidati senza esclusione di colpi sul Corri Rapido e Salto Incrociato per quanto riguarda gli esordienti B/C e sul tiro di precisione con Vortex e Salto in Alto per gli esordienti A.

Dopo la prova di Chiavenna si passa in Albosaggia dove l’indoor ha avuto inizio per la 2^ prova del “Circuito esordienti indoor”, riservato ai ragazzi dai 6 agli 11 anni e valido come 3^ prova del Trofeo giovanile Creval, promosso dalla Fidal Sondrio.

Ad aprire le gare gli esordienti 6 e 8 alle ore 15.15 che, in squadre di 4 concorrenti ciascuna, hanno affrontato le prove di corri rapido a staffetta, rimbalzi incrociati e staffetta 4×1 giro.

Alle 17.30 è stata la volta degli esordienti 10 in squadre da 3 elementi: salto in alto, lancio del vortex di precisione e staffetta 3×1 giro. Come sempre grande partecipazione da parte delle società della provincia e grande entusiasmo, da parte sia dei piccoli atleti, sia dei loro genitori, accompagnatori e tecnici che li hanno sostenuti con tifo e consigli.

A chiudere in bellezza le sempre agguerrite e spettacolari staffette e le premiazioni con premi per tutti e tanti applausi.

Anche in questa seconda prova le società più numerose sono state il GS CSI Morbegno, il GP Valchiavenna e noi della Polisportiva Albosaggia.

Nella categoria esordienti 10 coppe per le squadre che sono riuscite a salire sul podio: a livello maschile bissa il successo di Chiavenna il terzetto del GS CSI Morbegno composto da Simone Lepera, Mattia Manenti e Giuseppe Rossini, al 2° posto i compagni di squadra Lorenzo Buzzetti, Luca Barlascini e Raniero Nonini, al 3° posto la squadra “mista” GS Valgerola/AS Lanzada composta da Francesco Parolini, Cristian Negrini e Jacopo Pontiggia; a livello femminile doppietta per la Polisportiva Albosaggia grazie a Gioia Bordoni, Susanna Mariani e Annamaria Pedrotti sul gradino più alto del podio (anche loro già vincitrici al Valchiavenna Indoor) e Caterina De Pianto, Alessia Montani e Benedetta Maiorano su quello più basso, medaglia d’argento per il GS CSI Morbegno (Michela Bulanti, Elisa Pinciroli e Rachele Pantosti).

Durante il lungo pomeriggio nella palestra comunale di Albosaggia questi giovanissimi atleti ci hanno fatto riscoprire il bello dell’atletica: sport individuale proposto a livello di squadra, movimenti alla base di tutti gli sport ovvero lanciare, saltare e correre, ma soprattutto il divertimento in primo piano e le classifiche in secondo piano.

In conclusione per tutti la spettacolare staffetta a inseguimento e una ricca merenda preparata dalle nostre mamme!!

Qui le classifiche ufficiali.

Festa dei 40 anni

Dopo alcuni giorni è il nostro momento di commentare l’importante ricorrenza appena passata: il nostro 40° compleanno.

Un compleanno fondamentale perché segna l’ingresso della Polisportiva Albosaggia nella piena maturità; un ricco passato alle spalle ed un futuro che, complice i 350 soci under 18 (i due terzi del totale) appare ancor più avvincente.

Tanti traguardi sono stati raggiunti, tante competizioni e scommesse – anche un poco pazzoidi – sono state vinte, tanti ricordi affiorano nella mente dei tanti che hanno vissuto tutta o parte della nostra storia.

L’avventura ebbe inizio nel 1978 grazie alla volontà di unire di Luigi Facetti: fu lui a volere la fusione dei 2 sci club presenti nel piccolo borgo orobico per dar vita ad un nuovo soggetto capace di farsi letteralmente largo nel mondo: da allora, gli scialpinisti di tutte le nazionalità hanno avuto a che fare, prima o poi con la Polisportiva Albosaggia, sia per il suo ruolo a livello organizzativo nelle competizioni di massimo livello, sia perchè riconosciuta come fucina di campioni.

Sulla montagna simbolo di casa – il Meriggio – si sono disputati Campionati Italiani, gare di Coppa Europa e di Coppa del Mondo.

I migliori della disciplina si sono sfidati in un ambiente selvaggio e duro nel quale la mancanza di impianti sciistici lo sport più in voga è da sempre la risalita come le pelli di foca: fatica, sudore e freddo sfilano da decenni al cospetto di un ambiente magnifico, unico nel suo genere, capace di regalare emozioni tanto agli agonisti quanto agli amatori, ai protagonisti ma anche al pubblico.

Tanti campioni sono nati e cresciuti in seno alla Polisportiva in questi 40 anni.

Sono cresciuti qui i primi campioni del mondo di skialp, l’inossidabile coppia Graziano Boscacci – Ivan Murada, un team capace di vincere praticamente tutto a cavallo del nuovo millennio; e non a caso anche i loro figli ne hanno seguito le tracce.

Michele Boscacci, attuale numero uno al mondo, ha vinto la Coppa del Mondo nel 2016 e nel 2018 e tutte le più importanti competizioni al mondo; Giulia Murada, ancora nella categoria junior, ha conquistato nel 2017 titolo iridato e Coppa del Mondo e nel 2018 la Pierra Menta.

Dietro questi talenti che ora corrono per il team dell’Esercito Italiano vi è uno dei più importanti vivai del panorama mondiale: quasi 30 atleti nello squadrone giovanile con 3 atleti che hanno già vestito i colori della nazionale ai Campionati Europei e Mondiali (Valentina Giorgi, Anna Folini e Rocco Baldini); alle loro spalle una dozzina di piccolissimi Skialper che si avvicinano alle competizioni e che puntano ad un futuro brillante.

La Polisportiva Albosaggia sta considerevolmente crescendo, nel frattempo, anche nell’atletica leggera, grazie al grande lavoro svolto a livello giovanile con progetti mirati rivolti, ad esempio, all’educazione motoria sin dalla scuola dell’infanzia.

La quantità e la qualità dei giovani nelle discipline podistiche è riassunta nei risultati dello scorso anno: ben 6 atleti hanno conquistato l’accesso ai Campionati Nazionali (Allievi e Juniores) ed uno (Rocco Baldini) è stato convocato in Nazionale per difendere i colori dell’Italia ai Mondiali under 18 di Corsa in Montagna.

Negli sport fluviali le capacità didattiche e organizzative della Polisportiva sono ormai conclamate: dopo aver organizzato per 3 anni con Addavì ASD il Campionato italiano di Canoa e Kayak sulle rapide dell’Adda a Piateda, per il 2019 il comitato organizzatore costituito dalle due società insieme è candidato ad ospitare le finali di Coppa Europa.

Il team fluviale AddAdventure, attivo nella Polisportiva da oltre dieci anni, vanta ad oggi innumerevoli collaborazioni e progetti per l’avvicinamento consapevole dei bambini e dei ragazzi alle discipline di acqua viva con particolare attenzione alle tematiche ambientali e della crescita complessiva dei giovani.

Introdotto da pochissimi anni, invece, ma già radicato e attivissimo, il volley targato Polisportiva è l’ultimo, in ordine di tempo, degli sport proposti: oltre 120 le giovani atlete, dalle piccolissime del minivolley sino alla squadra di 1^ categoria provinciale passando per le under 12, under 14, under 16, la squadra di 2^ categoria e il team CSI adulti.

Nonostante la limitata esperienza, le squadre guidate da un motivato gruppo di istruttori stanno scalando le classifiche dei campionati provinciali permettendo alle pallavoliste di confrontarsi alla pari con tutte le altre squadre.

Infine il roller, l’arrampicata e la mountain bike, attività importanti che, sebbene non siano competitive, completano il quadro formativo e motorio proposto a tutti i soci praticanti.

A fare sintesi, sabato 1° dicembre, la festa del quarantennale della Polisportiva Albosaggia, con la cerimonia ufficiale presso la piazza del Municipio alla presenza del Sindaco di Albosaggia Graziano Murada e la partecipazione delle istituzioni, dei cittadini, delle rappresentative del panorama sportivo.

Non meno partecipata la seconda parte della serata (ben 500 iscritti) presso la discoteca New Mexico di Piateda con le premiazioni, gli interventi dei past president che si sono succeduti alla guida della Società, la proiezione del video realizzato per i 40 anni e le immagini più belle del 2018.

Il premio “Polisportivo dell’anno” è andato per la categoria giovani a Saverio Steffanoni per gli ottimi risultati sportivi nella corsa e per quella senior a Fabrizio Gherardi (Brixio)  per la dedizione e lo spirito di servizio dimostrati quotidianamente nel suo ruolo di volontario della Polisportiva; un premio idealmente condiviso con i tanti che come lui “aiutano”, “supportano” e contribuiscono alla riuscita delle tante iniziative ed attività sociali della ASD.

Infine menzione al socio Dario Piasini (Piaso) per l’avventura ciclistica in Asia centrale, percorso in 4 tappe che da Lione, in Francia, lo porterà fino alla capitale della Mongolia.

Qui tante foto by Sergio e by Claudio

40 anni della Polisportiva Albosaggia

Quarant’anni, un importante traquardo per la Polisportiva Albosaggia.

Sabato 1 dicembre 2018 i festeggiamenti dalle 17.30 con cerimonia ufficiale in P.zza del Comune e in Municipio ed a seguire festa e buffet in discoteca al New Mexico di Piateda.

Prenotazioni entro venerdì 30 novembre a questo link: https://goo.gl/yAv3W4

Contributo di ingresso: 10€ adulti, 5€ under 18 anni.

Nuovo percorso al TMG

Il percorso del Trofeo Giugni (TMG) è stato completamente tracciato e segnalato da fettucce e frecce bianco/rosse. Su indicazione dei nostri atleti abbiamo apportato una serie di modifiche che hanno reso il tracciamo MOLTO più bello e scorrevole. Consigliamo di provarlo di persona prima della gara di domenica. La traccia GPS la trovate qui sul sito ValtellinaOutdoor Qui i file da caricare nel GPS in formato gpx o kml
Infine ti ricordiamo che le iscrizioni si chiudono venerdì 14 alle ore 12. Saranno comunque possibili anche dopo sino a 20 min dalla partenza della gara, ma con una maggiorazione di 5€. Tutte le info e le modalità di iscrizione qui.

Comunicato Stampa del 5 settembre 2018

Il “Trofeo Giugni” ai nastri di partenza.

Giunta alla 27^ edizione, la gara in programma come ogni anno a fine estate sulle alture di Albosaggia, torna a dare spettacolo sulle alture del paese la terza domenica di settembre.

L’evento rappresenta una delle primissime competizioni di corsa in montagna nate nello splendido ambiente valtellinese; per il 2018, la prova è Campionato Provinciale FIDAL per Assoluti e Master ed è anche 3^ prova del Campionato di Società di Corsa in Montagna.

Nata per onorare la memoria di Massimo Giugni, prematuramente scomparso e ricordato ancora oggi proprio in virtù della sua passione per lo sport, questa kermesse sportiva rimane un appuntamento immancabile non solo per i più forti della disciplina, ma anche per famiglie, amatori, dilettanti e atleti in erba.

In primo piano, come ogni anno, la stretta sinergia fra la famiglia Giugni, rappresentata da Fausto Giugni, Polisportiva Albosaggia ASD e Comune di Albosaggia oltre a un grosso numero di volontari di tutte le associazioni del paese: fra gli altri Alpini, Protezione Civile e Croce Rossa.

La competizione gode del patrocinio di Provincia di Sondrio, BIM, e Comunità Montana Valtellina di Sondrio.

Ecco il programma in sintesi:

  • Venerdì 14 settembre h. 12.00: chiusura iscrizioni FIDAL sul portale federale.
  • Sabato 15 settembre h. 12.00: chiusura iscrizione atleti non FIDAL sul sito della Polisportiva Albosaggia.

Domenica 16 settembre:

  • h. 8,15 ritrovo zona partenza per ritiro pettorali e accettazione ultime iscrizioni (fino a 30 minuti prima della partenza e con un sovrapprezzo di € 5).
  • h. 9,45 partenza gara FIDAL; a seguire tutti gli altri.
  • h. 10,20 arrivo previsto del primo concorrente FIDAL al Castello Paribelli.

Le premiazioni si svolgeranno entro 30 minuti dall’arrivo dell’ultimo concorrente; a seguire festa in compagnia.

Infine, ma non da ultimo, non deludono nemmeno per il 2018 i gadget preparati per i concorrenti: bottiglia “Sassella Trofeo Massimo Giugni” per gli adulti, maglietta dell’evento per tutti gli altri iscritti.

A margine della presentazione del “Trofeo Massimo Giugni”, il Comune ha annunciato l’imminente lancio del progetto di alfabetizzazione motoria nelle scuole e l’ampliamento della palestra di arrampicata con un percorso di 14 metri dedicati al bouldering.

Comunicato Stampa del 22 agosto 2018

Non si può fare di tutta l’erba un fascio.

Al contrario: la ASD Polisportiva Albosaggia rivendica, per chi si occupa di sport in Provincia di Sondrio, un ruolo ben diverso da quello tratteggiato nella classifica de “Il Sole 24 ore”.

La riflessione fa seguito al 55° posto assegnato alla realtà valtellinese dall’inchiesta sullo sport in Italia – in tutte le sue componenti e sfaccettature – pubblicata lunedì dal quotidiano economico che ha analizzato territorio, densità di popolazione e stato di salute di progetti, associazioni e squadre.

“Ci saranno anche delle carenze, il dato è incontrovertibile – concorda il presidente della Polisportiva Albosaggia Gianluca Cristini – ma esistono anche le eccellenze che, pur non facendo la differenza nelle statistiche, rappresentano un grande valore e fanno la differenza nella concretezza dei fatti”.

Il riferimento è proprio alla storia pluridecennale e al presente della Polisportiva che oggi sfiora i 500 iscritti a fronte di 3000 abitanti; il territorio di Albosaggia, che va dalle vette orobiche fino al fiume Adda, è infatti una sorta di grande palestra a cielo aperto nella quale poter praticare, proprio grazie alla blasonata compagine di casa, più di 10 discipline sportive diverse raggruppate in sei gruppi di attività: scialpinismo, atletica, roller, arrampicata, sport fluviali, mountain bike e pallavolo.

Non a caso ben due terzi degli iscritti sono under 16 e provengono anche da altri centri del comprensorio sondriese.

Il team dei tecnici e degli istruttori è nutrito e qualificato, le strutture all’avanguardia, i progetti innovativi: merito della fattiva collaborazione con gli enti pubblici e delle altre associazioni, ma anche e soprattutto di quel motore straordinario che è rappresentato dal volontariato, da una mission che mette al centro la promozione dello sport soprattutto fra i bambini ed i ragazzi senza cedere alle logiche del profitto.

Nel solco di questa filosofia, ad Albosaggia germoglia proprio in questi giorni la versione definitiva del nuovo corso di “alfabetizzazione motoria” che prenderà il via a settembre in tutte le classi della scuola elementare del paese.

Qui – non è una coincidenza – hanno studiato e sono cresciuti campioni del mondo entrati nella storia dello sport come Ivan Murada e Graziano Boscacci (nessuno ha ancora vinto quanto loro nella storia dello scialpinismo) e nuovi campioni del calibro di Giulia Murada e Michele Boscacci.

L’iniziativa, varata dal Comune di Albosaggia e mutuata dall’amministrazione di Livigno che ha già attivato un piano analogo con risultati più che buoni, metterà a frutto proprio le competenze e le conoscenze maturate in ambito sportivo dagli esperti che già operano in questo ambito.

Campionato Italiano di Canoa e Kayak

Non è mancato nulla: titoli e medaglie alle società di casa, rivelazioni e record, soddisfazioni per atleti, organizzatori e pubblico.
Va in archivio così, immagini mozzafiato incluse, il Campionato Italiano di Canoa e Kayak FICK svoltosi dal 4 al 6 maggio sulle acque di Piateda.
Carico di entusiasmo il bilancio del Comitato Organizzatore, guidato da Addavì ASD e Polisportiva Albosaggia AddAdventure e sostenuto da enti locali e associazioni del territorio.
Lo sforzo di organizzare anche una Gara Classica di tre chilometri – oltre alla tradizionale Sprint di 400 metri sulla rapida di Boffetto – ha regalato al Campione di casa Giorgio Dell’Agostino la gioia di aggiudicarsi sabato la vittoria proprio sulla sua distanza prediletta battendo l’amico e antagonista Mattia Quintarelli.
Scenario inverso – sempre nella canadese monoposto – sulla gara corta di domenica nella quale il canoista veneto ha soffiato per pochi millesimi di secondo il titolo all’azzurro valtellinese giunto secondo.
Una singolar tenzone culminata nella conquista – insieme – del titolo di Campioni d’Italia per la categoria C2.
Con loro, protagonisti della grande kermesse sportiva – svoltasi nel migliore dei modi grazie alla perfetta portata idrica garantita da A2A, Edison ed Enel – gli atleti di punta di tutte le squadre d’Italia, sia nelle categorie C1 e C2, sia nel Kayak dove a dominare è stato l’inossidabile friulano Davide Maccagnan.
Prove di elevato livello tecnico che hanno consentito una dura ma efficace selezione in vista degli imminenti impegni con i Mondiali.
Il bilancio è sicuramente positivo per Addavì e Polisportiva Albosaggia – AddAdventure, società promotrici dell’evento tricolore.
“Nulla è stato lasciato al caso – è il commento del presidente del comitato Stefano Dell’Agostino – dalla sicurezza affidata alla Croce Rossa Italiana sia a terra che in acqua, alla collaborazione di Comunità Montana di Sondrio, Protezione Civile, Alpini e Pro Loco di Piateda e di Poggiridenti.”
L’evento – apertosi ufficialmente venerdì presso la Mediateca di Piateda alla presenza di autorità e partner – ha saputo accontentare tutti, lasciando spazio, accanto all’agonismo, anche ad altre occasioni per vivere il territorio e lo sport: dai libri di Popi Miotti e Sara Pusterla all’esibizione dei ragazzi della sezione musicale della Scuola di Ponte in valtellina; dall’open day di tai chi alla serata al Punto Verde con la Banda di Albosaggia e la cena tipica aperta a tutti.
Un carosello raccontato anche dalle dirette televisive non stop di Tele Sondrio News dai due campi gara di Poggi e Piateda.
Macchina organizzatrice promossa a pieni voti – fra gli applausi delle premiazioni – anche e soprattutto dalla Federazione Italiana Canoa e Kayak che, di nuovo, come lo scorso anno, ha invitato comitato organizzatore, enti e territorio a pensare più in grande.
“L’edizione 2018 del Campionato – ha dichiarato il Presidente della FICK Luciano Buonfiglio, presente anche questa volta sulle rive dell’Adda – dimostra nuovamente, ma non ce n’era bisogno, che questo staff sa offrire standard di assoluta eccellenza nel panorama mondiale degli sport fluviali: per questo rinnovo il mio invito ufficiale – ha concluso – a fare un balzo in avanti candidandosi per eventi ai quali può ambire senza timore”.

Foto by Marquis

Foto by Matteo Moltoni ( gare del sabato pomeriggio )

Corso sci 2018

Oggi si è concluso il corso di sci organizzato dalla Polisportiva al Palù.
I tanti partecipanti si sono decisamente divertiti durante le 7 lezioni.

La gara finale e le medaglie ricordo ed una bella giornata di sole hanno segnato la chiusura della bella esperienza.

Qui tante foto.

Pierra Menta 2018 – Day 4: Victory

Ok che alla Pierra Menta siamo di casa; ok che Abosaggia è gemellata con Areches, ma oggi abbiamo veramente sbancato.
Praticamente un en plein.
A 16 anni dalla vittoria di Ivan e Graziano, oggi Michele Boscacci e Giulia Murada conquistano la Pierra Menta, la più importante competizione scialpinistica al mondo.
Miky, in copia con un Robert Antonioli a 10 anni dalla vittoria negli junior (2008) conquista la vittoria assoluta. Preparazione, volontà ed anche un pizzico di fortuna dopo tanti podi.
Giulia, in coppia con Giorgia Felicetti domina entrambe le prove fra le JF e si riprende la rivincita dall’infortunio di 2 anni fa durante l’ultima giornata di gare.

Dopo gli strepitosi risultati dei nostri 2 soci onorari, passiamo agli atleti targati Polisportiva Albosaggia; anche qui grandissime soddisfazioni in particolare dai più giovani cadetti.
Anna Folini, in coppia con Erika Sanelli, conquista la 2^ posizione precedendo il team tutto Polisportiva composto da Silvia Berra e Nicole Valli.
Rocco Baldini e Simone Murada solgono sul terzo gradino del podio.

Complimenti anche ai tantissimi altri atleti, giovani e non, che hanno gareggiato sulle nevi del Beaufortain portando con grande onore i nostri colori e confermandoci tra i più forti team giovanili dell’intero panorama alpino.

Foto by Maurizio, Stefano, Stefy e da Facebook

 

Pierra Menta 2018 – Day 3

Terza giornata di gare alla Pierra Menta ed oggi hanno iniziato anche i giovani, giunti in massa da Albosaggia e dintorni.

Giulia Murada in coppia con Giorgia Felicetti vince la tappa nella cat. JF, Rocco e Simone sono al 4° posto fra i CM, mentre Anna Folini ed Erika Sanelli al 2° CF ed al 3° posto Silvia Berra e Nicole Valli (sempre CF)

Vanotti Marco in copia con Bellati Marco prosegue con felpata energia la sua gara.

Per la cronaca Miky e Robert sono stati superati dal Kilian team, ma domani daranno sicuramente il massimo e ci proveranno.

Ora tantissime foto by Nicola, Ivan,da FB e da FerrariFoto.

1 2 3 11