Poca acqua, ma grande successo

Campionati italiani di canoa e kayak

CSC_0128Organizzazione perfetta e tantissimo impegno da parte della Polisportiva Albosaggia che, con la sezione fluviale Addadventure, ha organizzato l’evento sportivo insieme ad AddaVì ASD.

Giudizi positivi e carichi di entusiasmo sono stati espressi indistintamente da tutte le squadre e da tutti i tecnici della FICK oltre che dai vertici degli Enti Locali e dagli sponsor che hanno sostenuto l’iniziativa.

Un successo pieno sul quale è arrivato anche il sigillo d’argento del campione di casa, Giorgio Dell’Agostino, secondo il classifica per un soffio dietro Mattia Quintarelli.

MA…..

xPurtroppo vi è stato un grande problema che ha molto penalizzato la manifestazione: l’acqua nell’Adda era scarsa per via della mancata immissione da parte di A2A.

«Grande merito va a chi ha gestito la gara con una portata d’acqua ridotta a minimi termini – afferma Gianluca Cristini, presidente della Polisportiva -. Non si è riusciti ad ottenere da parte da tutte le società idroelettriche, che hanno la possibilità di regolare i flussi, quello che ci avrebbe permesso di svolgere con maggiore tranquillità la manifestazione. Mentre Edison ed Enel Greenpower hanno collaborato, A2A non ci è venuta incontro. Avevamo chiesto il rilascio di 10 metri cubi di acqua al secondo per alcune ore a fronte di una potenzialità di 40-60 mc al secondo. Spiace, perché l’iniziativa avrebbe dato un ritorno a tutti, per il turismo, per il territorio e, indirettamente, anche per le società idroelettriche. Mi auguro che, per il futuro, si riesca a interloquire in modo diverso. L’acqua c’è, le società la sfruttano in base ai contratti in essere, ma chiediamo che questo non vada a inficiare il lavoro e gli sforzi di altri soggetti».

Qui l’articolo integrale pubblicato sulla Provincia di Sondrio