Graguatorie FISI 2019; siamo al vertice

Graduatorie FISI 2019; Polisportiva Albosaggia 1^ per attività giovanile e 2^ assoluta per lo scialpinismo

L’enorme lavoro svolto soprattutto negli ultimi 11 anni, viene premiato oggi con il massimo risultato possibile: la Polisportiva Albosaggia, blasonata società dilettantistica di un piccolo paese nel cuore delle Orobie Valtellinesi, conquista la prima piazza nella classifica nazionale per l’attività giovanile nello scialpinismo e la 2^ piazza assoluta dietro i professionisti dell’Esercito, corpo al quale proprio Polisportiva Albosaggia ha ceduto due punte di diamante come Michele Boscacci e Giulia Murada.

Il duplice storico risultato è scritto nelle graduatorie nazionali FISI ed oltre alle conquiste degli skialper, è frutto anche dei punti conseguiti grazie all’attività organizzativa (Trofeo Gino Berniga e Valtellina Orobie) e alle vittorie agonistiche dei Senior e Master.

Traguardi, in particolare quello giovanile, fissati nei sogni di tanti, ma principalmente negli sforzi di Ivan Murada, il plurimedagliato campione che più di tutti ci ha creduto e si è impegnato facendo crescere – non solo agonisticamente – una moltitudine di atleti.

“Nessuno ha mai vinto quanto lui in questa disciplina – ricorda oggi il Presidente della Polisportiva Gianluca Cristini – e ciò che ha messo a disposizione dei nostri ragazzi in questi anni è un mix di passione e competenza tecnica che, unito all’esperienza accumulata in una vita sulla neve – ha permesso ai nostri atleti di arrivare a primeggiare”.

Un percorso che ha coinvolto l’intero team di skialper della Polisportiva capace – dall’exploit organizzativo delle 2 gare di Coppa del mondo 2016 – di passare lo scorso anno dalla 7^ alla 3^ posizione, fino alla piazza d’onore di oggi, risultato peraltro già raggiunto e superato nei lontani anni ’80, agli albori di questa disciplina.

“Un grande team – è il commento schivo e denso di emozione di Ivan Murada – il cui merito è anche degli istruttori Stefano Paganoni e Maurizio Folini e dei tanti accompagnatori che si mettono quotidianamente a disposizione dei ragazzi ai quali offriamo sostegno e appoggio, armi indispensabili perché i loro sforzi non vadano dispersi e perché – conclude – possano ambire a grandi obiettivi”.

Il clima è perfetto in vista di una stagione carica di promesse: l’imminente convocazione alle Olimpiadi Youth invernali sdoganerà per la prima volta lo scialpinismo nel magico mondo dei cinque cerchi: la posta in gioco è altissima con ben 7 ragazzi – su un totale di 12 a livello Nazionale – preselezionati proprio all’interno della Polisportiva.

“Aspettiamo con fiducia e incrociamo le dita, sapendo che anche giochi olimpici del 2026 non sono lontani – rimarca il Presidente Cristini – senza montarci la testa e lavorando sodo come è nella nostra natura”.

L’occasione è ghiotta e le premesse ci sono, tanto è vero che i partner tecnici sono tutti di primissimo piano: dai storici Scarpa, Camp e Salice ai nuovi Karpos e Skitrab; confermato anche l’accordo con i partner di sempre: Oil Service, Itema, EdilTecnoService, Bresaola Paganoni, Falegnameria Boscacci e Riri.

Trofeo Mezzalama 2019

Con il trofeo Mezzalama si chiude la stagione race dello scialpinismo; stagione che per la Polisportiva è stata ricchissima di soddisfazioni.

In Val d’Aosta si è disputata una gara che – forse anche più del solito – è stata impegnativa sia per i percorsi che per le condizioni meteo molto complesse.

La Polisportiva ha schierato un solo team uffuciale (ma che team…) Graziano Boscacci (già vincitore del Mezzalama), Paolo Venturini e Marco Vavassori capaci di ottenere una veramente ottima 18^ piazza assoluta.

Segnaliamo anche Alessandro Bianco che purtroppo si è dovuto ritirare.

Infine i risultati ottenuti dai nostri Soci (che corrono con i colori dell’Esercito).

Michele Boscacci ed il suo team stellare (Robert Antonioli e Matteo Eydallin) vince (per la 3^ volta consecutiva) e Giulia Murada – con le giovanissime Ilaria Veronese e Mara Martini – conquista una strabiliante 2^ posizione fra le donne ed una 21^ assoluta.

Vittoria nella Coppa Italia Giovani

Ennesimo successo – questa volta di squadra – per il team degli skialper della Polisportiva Albosaggia in questa stagione povera di neve ma ricchissima di soddisfazioni in cui ben 5 nostri atleti sono stati convocati in Nazionale conquistando un argento ed un bronzo ai mondiali recentemente disputati in Svizzera, e dove abbiamo vinto la Pierra Menta (la più importante gara al mondo) nella cat. CM.

Altro importantissimo sigillo lo scorso weekend dove a Lizzola, sulle Orobie bergamasche, si è chiuso il più importante circuito nazionale: la Coppa Italia che ha visto la nostra squadra chiudere al vertice dopo diversi anni di ottime performance.

Successo dovuto in gran parte alle cat. cadetti in cui il nostro squadrone, dopo gli avvicendamenti di atleti degli scorsi anni, ha presentato un gruppo forte e motivato capace di vincere molto e di essere praticamente sempre a podio. Ma tanti punti preziosi sono arrivati anche dalle altre categorie in cui i nostri hanno ottenuto podi e piazzamenti di rilievo.

Ci sembra doveroso presentare tutti gli atleti che hanno contribuito alla conquista di un risultato che ricordiamo mai sino ad oggi è stato raggiunto dalla Polisportiva Albosaggia.

CF: Silvia Berra, Greta Ferrari, Giulia Pelizzatti e Nicole Valli

CM: Rocco Baldini, Alessandro Berra, Riccardo Boscacci, Marco Castellanelli, Tommaso Colombini, Gabriele De Buglio, Simone Fioroni, Federico Lazzarini, Simone Murada, Davide Nesa, Simone Valli, Luca Vanotti.

JF: Anna Folini e Michela Scherini

JM: Federico Foini e Matteo Folini

U23F: Debora Contrio e Giulia Gherardi

U23M: Matteo Moltoni

Infine un enorme ringraziamento ai tecnici capitanati da Ivan Murada ed allo staff di supporto che ha accompagnato i ragazzi alle gare che si sono svolte sull’intero arco alpino ed agli sponsor che con il loro contributo hanno permesso al nostro team di avere ottimi materiali e sostegno: Scarpa, Salice, Camp, Mello’s, Paganoni Bresaole, Itema, Oil Service, Ediltecno Service, Falegnameria Boscacci, Riri, Carrozzeria Valtellinese e Maspes Cristina.

Return Party

8 medaglie per 7 campioni; tutto in uno stesso paese.

Ha dell’incredibile il bilancio festeggiato ieri ad Albosaggia al ritorno a casa degli azzurri che la scorsa settimana hanno partecipato ai Mondiali di scialpinismo disputatisi in Svizzera.

Le medaglie sono letteralmente fioccate sia nelle prove individuali che in quelle a squadre tanto per gli affermati Michele Boscacci e Giulia Murada, quanto per i 5 giovani e giovanissimi della Polisportiva Albosaggia entrati a pieno titolo nel team della Nazionale: Rocco Baldini, Silvia Berra, Riccardo Boscacci, Simone Murada e Nicole Valli.

Allori per tutti, a cui si è aggiunta la bella vittoria portata a casa nel week end da altri due “polisportivi”, Riccardo Boscacci e Luca Vanotti, primi al traguardo per la categoria  Cadetti Maschile alla “Pierra Menta”, la più importante gara al mondo che si tiene nella splendida cornice di Areches Beaufort, località della Francia gemellata non a caso proprio con il paese di Albosaggia.

Nessuna squadra italiana, a parte i professionisti dell’Esercito, può contare su una presenza così nutrita sullo scenario mondiale – si è ricordato ieri dopo la sfilata del team lungo le vie del paese orobico – e nessuna compagine straniera ha schierato un così alto numero di concorrenti.

Un record che si aggiunge agli altri, collezionati in questa faticosa e spettacolare disciplina in 40 anni di attività, a cominciare dai campioni del passato recente – nessuno ha mai vinto quanto loro – Graziano Boscacci e Ivan Murada, oggi direttore tecnico della Polisportiva Albosaggia, responsabile della sezione scialpinismo e allenatore federale della squadra giovanile Alpi Centrali.

“Siamo orgogliosi dei nostri atleti – ha detto il presidente della società sportiva Gianluca Cristini durante la festa organizzata da Polisportiva, Comune di Albosaggia, Alpini e Protezione Civile alla Cà del Navet – e molto felici dei risultati che hanno conquistato; questi allori rendono merito al loro costante impegno ed al lungo e instancabile lavoro che volontari e tecnici svolgono soprattutto proprio con i giovani e giovanissimi”.

“Una settimana indimenticabile – è stato il commento di Ivan Murada – quasi si fatica a ricordare tutte le medaglie e tutte le soddisfazioni che i nostri ragazzi ci hanno dato mettendosi in luce agli occhi del mondo; abbiamo un team forte e coeso – ha ricordato – che non ha paura della fatica e che sa guardare avanti con forza e determinazione”.

Prima del Brindisi e delle foto di rito, entrate a pieno titolo nella storia dello sport valtellinese, la chiosa del sindaco Graziano Murada: “Ancora una volta e più che mai – ha detto – i nostri ragazzi hanno ricordato a tutti le ragioni per le quali il paese di Albosaggia è considerato la capitale dello scialpinismo nel mondo. Avere 7 atleti insieme in Nazionale non è un caso, nè una fortuna, bensì un grande merito collettivo che – insieme alla bellezza straordinaria del nostro territorio – ci rende davvero unici e riconoscibilissimi sempre e ovunque; continueremo ad appoggiare e sostenere il grosso lavoro della Polisportiva – ha concluso il primo cittadino – convinti che sia alla nostra portata il sogno di poter ospitare lo skialp alle Olimpiadi Invernali 2026”.

Qui tante altre foto by Enrica e Claudio

SINTESI DEI RISULTATI AI MONDIALI

Giulia Murada: oro nell’individuale, oro nella vertical cat. U23 ed argento nella team race assoluta F

Michele Boscacci: argento dell’individuale e nella team race ed oro nella prova a squadre assoluta M

Silvia Berra: argento nella sprint race cat. CF

Rocco Baldini: bronzo nell’individuale cat. CM

 

Pierra Menta 2019

Come tutti gli anni in questo periodo la Polisportiva Albosaggia “migra” in Francia nella nostra gemellata Areches per la più importante competizione di skialp al mondo (dopo il ValtellinaOrobie).

Quest’anno la concomitanza dei mondiali e di 5 nostri convocati in Nazionale ha ridotto il numero dei giovani che hanno partecipato alla competizione.

Ma non sono mancate le soddisfazioni: vittoria fra i CM di Riccardo Boscacci (passato dai Mondiali alla Pierra Menta nel giro di un solo giorno) in coppia con Luca Vanotti.

5^ piazza fra i CM per il team “tellino” composto da Tommaso Colombini e Simone Valli.

4^ piazza JF anche per Anna Folini e Michela Scherini

Segnaliamo anche Davide Nesa, Marco Castellanelli, Gabriele De Buglio, Federico Lazzarini e Matteo Folini.

Infine una menzione all’unico senior che ha difeso i colori Polisportiva portando a casa una performance di tutto rispetto dopo 4 giorni di impegnative gare: il nostro socio ed amico piemontese Alessandro Bianco.

 

Finale corso sci 2019

Ed anche quest’anno il corso di sci della Polisportiva è giunto al termine.

Partecipazione numerosissima – come non si vedeva da tanti anni – con ben 31 giovani atleti che hanno imparato o migliorato la propria tecnica ed ora sono pronti a nuove sfide.

La stagione invernale prosegue e quindi ancora tanto sci per tutti.

Poi dalla prossima stagione invernale speriamo di vedere alcuni di voi (i più grandi e preparati) nel team degli young skialper per avvicinarsi alla disciplina che in questi giorni ha permesso a ben 5 vostri colleghi di essere convocati ai mondiali di scialpinismo in corso di svolgimento in Svizzera dove hanno già conquistato 2 medaglie.

Qui tante foto scattate durante la gara finale.

Mondiali skialp 2019

Altra bella giornata di medaglie per i nostri atleti ai Mondiali di skialp in corso a Villars (CH). Oggi nella prova individuale bronzo per Rocco Baldini e 15° posto per Simone Murada (CM). Solo 4^ piazza per Silvia Berra e 9^ per Nicole Valli (CF).

Ricordiamo i risultati di domenica, prima giornata, dove abbiamo conquistato la prima medaglia con Silvia Berra medaglia d’argento nella sprint race categoria CF. Ottime performance anche per Rocco Baldini (4° CM), Nicole Valli (7^ CF) e Simone Murada (17° CM).

Questi i primi risultati collezionati dagli atleti della Polisportiva Albosaggia ASD al termine delle prime due giornate ai Mondiali di scialpinismo in corso di svolgimento a Villars sur Ollon, in Svizzera, fino a sabato 16 marzo.

Ma a fare notizia, questa volta, é anche e soprattutto la convocazione di ben 5 atleti della società sportiva orobica nella nazionale giovanile: Silvia Berra, Nicole Valli, Rocco Baldini, Simone Murada e Riccardo Boscacci.

Nessun altro sodalizio può vantare una rappresentanza così nutrita nella settimana mondiale sulle nevi elvetiche; un vero e proprio record che mette in luce la crescita esponenziale non solo dell’impegno e dei numeri ma anche dei risultati fra le fila del sodalizio orobico nel quale sono cresciuti anche Giulia Murada e Michele Boscacci, grandi protagonisti di questa competizione fra i big della disciplina.

Ben 31 le nazioni in gara, nessuna delle quali in pista con un numero così elevato di atleti provenienti da una stessa squadra. “Per la nostra Polisportiva Albosaggia – questo il commento del presidente Gianluca Cristini – la convocazione dei 5 ragazzi nel team azzurro é motivo di grandissimo orgoglio; prima ancora e al di là del risultato che porteranno a casa da questa intensa settimana di gare – aggiunge Cristini – spicca oggi il grande lavoro che la nostra realtà svolge quotidianamente da oltre 40 anni per dare a tutti, ed in particolare si più giovani, la possibilità di praticare diverse discipline sia a livello agonistico che amatoriale”.

Una soddisfazione, quella espressa dai tecnici e dai volontari della instancabile associazione sportiva, a cui si é associato nelle ultime ore il plauso pubblico sia parte dell’Amministrazione Comunale di Albosaggia, guidata dal sindaco Graziano Murada: “Risultati come questi non arrivano mai per caso; i traguardi individuali e collettivi vanno letti come la massima espressione di un ampio e articolato progetto di crescita al quale la Polisportiva Albosaggia si dedica da decenni e a cui l’intera comunità, nelle sue diverse componenti, contribuisce con entusiasmo da sempre”.

Foto by Maurizio Torri – www.sportdimontagna.com

I magnifici 5 ai mondiali

A 3 giorni dall’inizio dei mondiali di skialp in programma a Villars sur Ollon (Svi) dal 9 al 16 marzo 2019 ecco la comunicazione ufficiale circa la composizione delle squadre ed in particolare delle squadre giovanili.

Con un deciso orgoglio possiamo dire che MAI così tanti nostri atleti sono stati convocati arrivando a superare la convocazione 2017 (Giulia, Valentina ed Anna).
Eccoli qui i nostri magnifici 5: Silvia Berra, Nicole Valli, Rocco Baldini, Simone Murada e Riccardo Boscacci.

Un grandissimo in bocca al lupo per la loro avventura.

33^ ValtellinaOrobie

Bellissima giornata di sport oggi al cospetto del Meriggio: un’edizione della Valtellina Orobie da incorniciare.

Una giornata in cui il meteo ha fatto le bizze con qualche fiocco sul percorso, ma clima decisamente mite, ha fatto da cornice alla 33^ edizione della classicissima organizzata dalla Polisportiva Albosaggia che oggi ha assegnato i titoli nazionali individuali assoluti e master.

Lo staff della Polisportiva Albosaggia una delle principali realtà agonistiche dello sial nazionale, hanno predisposto un percorso che coniuga tradizione a novità tra boschi, creste, canalini e discese spesso più impegnative delle dure salite.

1700 m di dislivello distribuito su uno sviluppo di 14 km con 12 cambi di assetto.

Vogliamo segnalare il foltissimo pubblico che a dispetto di una giornata non ottimale, è salito ad incitare dal gli atleti al parterre ma soprattutto lungo il percorso ed in particolare nei tratti più spettacolari (Piada, Cima Meriggio) dove i campioni si sono fatti largo fra 2 ali di appassionati.

Oltre 150 gli atleti al via di una competizione tra le più impegnative e ricche di storia dell’intero arco alpino.

Ora i risultati: vince la 33^ ValtellinaOrobie conquistando il titolo italiano il simpaticissimo Robert Antonioli del Centro sportivo Esercito con il tempo di 1h 40 min e 54 sec. Vittoria conquistata grazie ad un costante forcing in salita ed alla sue fantastiche doti di discesista senza paura.

Subito dietro i fortissimi Matteo Eydallin e l’idolo di casa Michele Boscacci entrambi del CS Esercito.

Dominio femminile di Alba de Silvestro del CS esercito seguita da Corinne Ghirardi e la giovane campionessa di casa Giulia Murada.

La gara ha anche assegnato il titolo nazionale master; che tra i maschi è stato conquistato dall’inossidabile atleta di casa Graziano Boscacci il conquistatore del primo campionato del mondo di scialpinismo dnel lontano 2002 ed ancora in forma strepitosa.
Poi tutti presso la Palestra di Albosaggia per il pranzo e per le premiazioni ufficiali.
Incontriamo infine lo staff tecnico che rientra dopo una giornata veramente impegnativa: Massimo Murada, e Maurizio Folini, stanchi ma soddisfatti sia del risultato sportivo che del fatto che non vi sono stati incidenti o criticità di alcun tipo.

Qui le folo by Valter e qui le classifiche ufficiali

Tutto pronto per la 33^ ValtellinaOrobie

Una breve ed inaspettata nevicata nella notte di giovedì ha contribuito a rendere ancora più affascinante l’ambiente completamente all’interno del Parco delle Orobie Valtellinesi in cui si disputerà la 33^ edizione della gara di scialpinismo che assegnerà i titoli nazionali individuali assoluti e master.

Lo staff della Polisportiva Albosaggia guidato dal direttore tecnico Massimo Murada, dal direttore di percorso – nonché presidente del sodalizio orobico – Gianluca Cristini e dalla guida alpina Maurizio Folini, hanno predisposto un percorso che coniuga tradizione a novità tra boschi, creste, canalini e discese spesso più impegnative delle dure salite.

Qui un breve quadro del percorso e del programma dell’importante manifestazione che nel week end porterà in Albosaggia il meglio dello skialp nazionale.

Il dislivello sarà di 1700 m (poco più di 1500 m per le donne) distribuito su uno sviluppo di 14 km con 12 cambi di assetto.

Partenza alle ore 9.00. Prima salita dalla partenza sino al Campel con la successiva discesa lungo i pendii dell’alpeggio; lunga salita sino al dosso sovrastante la baita della Piada con discesa (solo per i maschi) sino alla Tromba; salita all’anticima e discesa all’alpe Meriggio; salita dal canalino – con tratto a piedi – e prosecuzione sino alla vetta del Pizzo Meriggio dove l’impegnativa discesa dalla Nord sino a Salinù attende gli atleti.

Lungo traverso sino al Piz di Freri da dove parte la lunga e faticosa discesa sino al Campei; ultimo cambio di assetto e sprint finale sino al traguardo.

Ottimo l’innevamento sull’intero percorso di gare: si va dai 30 cm dei prati bassi del Campei ai 90 cm delle aree oltre i 2000 m ed il rischio valanghe per domenica è dato 2 (moderato).

Premiazione floreale al parterre quindi trasferimento alla palestra di Albosaggia dove si terrà il pranzo finale (ore 12.30) e la premiazione alle 14.30.

La Polisportiva si aspetta un folto pubblico che da consuetudine inciterà gli atleti si al parterre ma soprattutto lungo il percorso ed in particolare nei tratti più spettacolari (Piada, Cima Meriggio) dove solitamente gli atleti si fanno largo fra 2 ali di appassionati che affrontano praticamente il medesimo percorso dei concorrenti.

Sul sito www.valtellinaorobie.it trovate tutti gli aggiornamenti.
1 2 3 20