Return Party

8 medaglie per 7 campioni; tutto in uno stesso paese.

Ha dell’incredibile il bilancio festeggiato ieri ad Albosaggia al ritorno a casa degli azzurri che la scorsa settimana hanno partecipato ai Mondiali di scialpinismo disputatisi in Svizzera.

Le medaglie sono letteralmente fioccate sia nelle prove individuali che in quelle a squadre tanto per gli affermati Michele Boscacci e Giulia Murada, quanto per i 5 giovani e giovanissimi della Polisportiva Albosaggia entrati a pieno titolo nel team della Nazionale: Rocco Baldini, Silvia Berra, Riccardo Boscacci, Simone Murada e Nicole Valli.

Allori per tutti, a cui si è aggiunta la bella vittoria portata a casa nel week end da altri due “polisportivi”, Riccardo Boscacci e Luca Vanotti, primi al traguardo per la categoria  Cadetti Maschile alla “Pierra Menta”, la più importante gara al mondo che si tiene nella splendida cornice di Areches Beaufort, località della Francia gemellata non a caso proprio con il paese di Albosaggia.

Nessuna squadra italiana, a parte i professionisti dell’Esercito, può contare su una presenza così nutrita sullo scenario mondiale – si è ricordato ieri dopo la sfilata del team lungo le vie del paese orobico – e nessuna compagine straniera ha schierato un così alto numero di concorrenti.

Un record che si aggiunge agli altri, collezionati in questa faticosa e spettacolare disciplina in 40 anni di attività, a cominciare dai campioni del passato recente – nessuno ha mai vinto quanto loro – Graziano Boscacci e Ivan Murada, oggi direttore tecnico della Polisportiva Albosaggia, responsabile della sezione scialpinismo e allenatore federale della squadra giovanile Alpi Centrali.

“Siamo orgogliosi dei nostri atleti – ha detto il presidente della società sportiva Gianluca Cristini durante la festa organizzata da Polisportiva, Comune di Albosaggia, Alpini e Protezione Civile alla Cà del Navet – e molto felici dei risultati che hanno conquistato; questi allori rendono merito al loro costante impegno ed al lungo e instancabile lavoro che volontari e tecnici svolgono soprattutto proprio con i giovani e giovanissimi”.

“Una settimana indimenticabile – è stato il commento di Ivan Murada – quasi si fatica a ricordare tutte le medaglie e tutte le soddisfazioni che i nostri ragazzi ci hanno dato mettendosi in luce agli occhi del mondo; abbiamo un team forte e coeso – ha ricordato – che non ha paura della fatica e che sa guardare avanti con forza e determinazione”.

Prima del Brindisi e delle foto di rito, entrate a pieno titolo nella storia dello sport valtellinese, la chiosa del sindaco Graziano Murada: “Ancora una volta e più che mai – ha detto – i nostri ragazzi hanno ricordato a tutti le ragioni per le quali il paese di Albosaggia è considerato la capitale dello scialpinismo nel mondo. Avere 7 atleti insieme in Nazionale non è un caso, nè una fortuna, bensì un grande merito collettivo che – insieme alla bellezza straordinaria del nostro territorio – ci rende davvero unici e riconoscibilissimi sempre e ovunque; continueremo ad appoggiare e sostenere il grosso lavoro della Polisportiva – ha concluso il primo cittadino – convinti che sia alla nostra portata il sogno di poter ospitare lo skialp alle Olimpiadi Invernali 2026”.

Qui tante altre foto by Enrica e Claudio

SINTESI DEI RISULTATI AI MONDIALI

Giulia Murada: oro nell’individuale, oro nella vertical cat. U23 ed argento nella team race assoluta F

Michele Boscacci: argento dell’individuale e nella team race ed oro nella prova a squadre assoluta M

Silvia Berra: argento nella sprint race cat. CF

Rocco Baldini: bronzo nell’individuale cat. CM

 

Pierra Menta 2019

Come tutti gli anni in questo periodo la Polisportiva Albosaggia “migra” in Francia nella nostra gemellata Areches per la più importante competizione di skialp al mondo (dopo il ValtellinaOrobie).

Quest’anno la concomitanza dei mondiali e di 5 nostri convocati in Nazionale ha ridotto il numero dei giovani che hanno partecipato alla competizione.

Ma non sono mancate le soddisfazioni: vittoria fra i CM di Riccardo Boscacci (passato dai Mondiali alla Pierra Menta nel giro di un solo giorno) in coppia con Luca Vanotti.

5^ piazza fra i CM per il team “tellino” composto da Tommaso Colombini e Simone Valli.

4^ piazza JF anche per Anna Folini e Michela Scherini

Segnaliamo anche Davide Nesa, Marco Castellanelli, Gabriele De Buglio, Federico Lazzarini e Matteo Folini.

Infine una menzione all’unico senior che ha difeso i colori Polisportiva portando a casa una performance di tutto rispetto dopo 4 giorni di impegnative gare: il nostro socio ed amico piemontese Alessandro Bianco.

 

Finale corso sci 2019

Ed anche quest’anno il corso di sci della Polisportiva è giunto al termine.

Partecipazione numerosissima – come non si vedeva da tanti anni – con ben 31 giovani atleti che hanno imparato o migliorato la propria tecnica ed ora sono pronti a nuove sfide.

La stagione invernale prosegue e quindi ancora tanto sci per tutti.

Poi dalla prossima stagione invernale speriamo di vedere alcuni di voi (i più grandi e preparati) nel team degli young skialper per avvicinarsi alla disciplina che in questi giorni ha permesso a ben 5 vostri colleghi di essere convocati ai mondiali di scialpinismo in corso di svolgimento in Svizzera dove hanno già conquistato 2 medaglie.

Qui tante foto scattate durante la gara finale.

Mondiali skialp 2019

Altra bella giornata di medaglie per i nostri atleti ai Mondiali di skialp in corso a Villars (CH). Oggi nella prova individuale bronzo per Rocco Baldini e 15° posto per Simone Murada (CM). Solo 4^ piazza per Silvia Berra e 9^ per Nicole Valli (CF).

Ricordiamo i risultati di domenica, prima giornata, dove abbiamo conquistato la prima medaglia con Silvia Berra medaglia d’argento nella sprint race categoria CF. Ottime performance anche per Rocco Baldini (4° CM), Nicole Valli (7^ CF) e Simone Murada (17° CM).

Questi i primi risultati collezionati dagli atleti della Polisportiva Albosaggia ASD al termine delle prime due giornate ai Mondiali di scialpinismo in corso di svolgimento a Villars sur Ollon, in Svizzera, fino a sabato 16 marzo.

Ma a fare notizia, questa volta, é anche e soprattutto la convocazione di ben 5 atleti della società sportiva orobica nella nazionale giovanile: Silvia Berra, Nicole Valli, Rocco Baldini, Simone Murada e Riccardo Boscacci.

Nessun altro sodalizio può vantare una rappresentanza così nutrita nella settimana mondiale sulle nevi elvetiche; un vero e proprio record che mette in luce la crescita esponenziale non solo dell’impegno e dei numeri ma anche dei risultati fra le fila del sodalizio orobico nel quale sono cresciuti anche Giulia Murada e Michele Boscacci, grandi protagonisti di questa competizione fra i big della disciplina.

Ben 31 le nazioni in gara, nessuna delle quali in pista con un numero così elevato di atleti provenienti da una stessa squadra. “Per la nostra Polisportiva Albosaggia – questo il commento del presidente Gianluca Cristini – la convocazione dei 5 ragazzi nel team azzurro é motivo di grandissimo orgoglio; prima ancora e al di là del risultato che porteranno a casa da questa intensa settimana di gare – aggiunge Cristini – spicca oggi il grande lavoro che la nostra realtà svolge quotidianamente da oltre 40 anni per dare a tutti, ed in particolare si più giovani, la possibilità di praticare diverse discipline sia a livello agonistico che amatoriale”.

Una soddisfazione, quella espressa dai tecnici e dai volontari della instancabile associazione sportiva, a cui si é associato nelle ultime ore il plauso pubblico sia parte dell’Amministrazione Comunale di Albosaggia, guidata dal sindaco Graziano Murada: “Risultati come questi non arrivano mai per caso; i traguardi individuali e collettivi vanno letti come la massima espressione di un ampio e articolato progetto di crescita al quale la Polisportiva Albosaggia si dedica da decenni e a cui l’intera comunità, nelle sue diverse componenti, contribuisce con entusiasmo da sempre”.

Foto by Maurizio Torri – www.sportdimontagna.com

I magnifici 5 ai mondiali

A 3 giorni dall’inizio dei mondiali di skialp in programma a Villars sur Ollon (Svi) dal 9 al 16 marzo 2019 ecco la comunicazione ufficiale circa la composizione delle squadre ed in particolare delle squadre giovanili.

Con un deciso orgoglio possiamo dire che MAI così tanti nostri atleti sono stati convocati arrivando a superare la convocazione 2017 (Giulia, Valentina ed Anna).
Eccoli qui i nostri magnifici 5: Silvia Berra, Nicole Valli, Rocco Baldini, Simone Murada e Riccardo Boscacci.

Un grandissimo in bocca al lupo per la loro avventura.

33^ ValtellinaOrobie

Bellissima giornata di sport oggi al cospetto del Meriggio: un’edizione della Valtellina Orobie da incorniciare.

Una giornata in cui il meteo ha fatto le bizze con qualche fiocco sul percorso, ma clima decisamente mite, ha fatto da cornice alla 33^ edizione della classicissima organizzata dalla Polisportiva Albosaggia che oggi ha assegnato i titoli nazionali individuali assoluti e master.

Lo staff della Polisportiva Albosaggia una delle principali realtà agonistiche dello sial nazionale, hanno predisposto un percorso che coniuga tradizione a novità tra boschi, creste, canalini e discese spesso più impegnative delle dure salite.

1700 m di dislivello distribuito su uno sviluppo di 14 km con 12 cambi di assetto.

Vogliamo segnalare il foltissimo pubblico che a dispetto di una giornata non ottimale, è salito ad incitare dal gli atleti al parterre ma soprattutto lungo il percorso ed in particolare nei tratti più spettacolari (Piada, Cima Meriggio) dove i campioni si sono fatti largo fra 2 ali di appassionati.

Oltre 150 gli atleti al via di una competizione tra le più impegnative e ricche di storia dell’intero arco alpino.

Ora i risultati: vince la 33^ ValtellinaOrobie conquistando il titolo italiano il simpaticissimo Robert Antonioli del Centro sportivo Esercito con il tempo di 1h 40 min e 54 sec. Vittoria conquistata grazie ad un costante forcing in salita ed alla sue fantastiche doti di discesista senza paura.

Subito dietro i fortissimi Matteo Eydallin e l’idolo di casa Michele Boscacci entrambi del CS Esercito.

Dominio femminile di Alba de Silvestro del CS esercito seguita da Corinne Ghirardi e la giovane campionessa di casa Giulia Murada.

La gara ha anche assegnato il titolo nazionale master; che tra i maschi è stato conquistato dall’inossidabile atleta di casa Graziano Boscacci il conquistatore del primo campionato del mondo di scialpinismo dnel lontano 2002 ed ancora in forma strepitosa.
Poi tutti presso la Palestra di Albosaggia per il pranzo e per le premiazioni ufficiali.
Incontriamo infine lo staff tecnico che rientra dopo una giornata veramente impegnativa: Massimo Murada, e Maurizio Folini, stanchi ma soddisfatti sia del risultato sportivo che del fatto che non vi sono stati incidenti o criticità di alcun tipo.

Qui le folo by Valter e qui le classifiche ufficiali

Tutto pronto per la 33^ ValtellinaOrobie

Una breve ed inaspettata nevicata nella notte di giovedì ha contribuito a rendere ancora più affascinante l’ambiente completamente all’interno del Parco delle Orobie Valtellinesi in cui si disputerà la 33^ edizione della gara di scialpinismo che assegnerà i titoli nazionali individuali assoluti e master.

Lo staff della Polisportiva Albosaggia guidato dal direttore tecnico Massimo Murada, dal direttore di percorso – nonché presidente del sodalizio orobico – Gianluca Cristini e dalla guida alpina Maurizio Folini, hanno predisposto un percorso che coniuga tradizione a novità tra boschi, creste, canalini e discese spesso più impegnative delle dure salite.

Qui un breve quadro del percorso e del programma dell’importante manifestazione che nel week end porterà in Albosaggia il meglio dello skialp nazionale.

Il dislivello sarà di 1700 m (poco più di 1500 m per le donne) distribuito su uno sviluppo di 14 km con 12 cambi di assetto.

Partenza alle ore 9.00. Prima salita dalla partenza sino al Campel con la successiva discesa lungo i pendii dell’alpeggio; lunga salita sino al dosso sovrastante la baita della Piada con discesa (solo per i maschi) sino alla Tromba; salita all’anticima e discesa all’alpe Meriggio; salita dal canalino – con tratto a piedi – e prosecuzione sino alla vetta del Pizzo Meriggio dove l’impegnativa discesa dalla Nord sino a Salinù attende gli atleti.

Lungo traverso sino al Piz di Freri da dove parte la lunga e faticosa discesa sino al Campei; ultimo cambio di assetto e sprint finale sino al traguardo.

Ottimo l’innevamento sull’intero percorso di gare: si va dai 30 cm dei prati bassi del Campei ai 90 cm delle aree oltre i 2000 m ed il rischio valanghe per domenica è dato 2 (moderato).

Premiazione floreale al parterre quindi trasferimento alla palestra di Albosaggia dove si terrà il pranzo finale (ore 12.30) e la premiazione alle 14.30.

La Polisportiva si aspetta un folto pubblico che da consuetudine inciterà gli atleti si al parterre ma soprattutto lungo il percorso ed in particolare nei tratti più spettacolari (Piada, Cima Meriggio) dove solitamente gli atleti si fanno largo fra 2 ali di appassionati che affrontano praticamente il medesimo percorso dei concorrenti.

Sul sito www.valtellinaorobie.it trovate tutti gli aggiornamenti.

Fantastico trofeo Gino Berniga

11° Trofeo Gino Berniga. Resoconto e ringraziamenti

Questo inverno così scarso di neve ha costretto il team organizzatore e tecnico del Trofeo Berniga a passare al piano “B”; dalla tradizionale e selvaggia sede in Val d’Arigna la gara è stata portata nelle più agevole Caspoggio in Valmalenco.

La nuova location nel paese Malenco, sulla pista Teo, opportunamente innevata artificialmente – e già sede della gara sprint di Coppa del Mondo 2016 – ha ottimamente sostituito il classico circuito nella valle orobica purtroppo privo di innevamento.
Da gara individuale si è passati a sprint race aperta esclusivamente alle categorie giovanili (junior, cadetti e promozionali).

Oltre 120 ragazzi si sono dati battaglia su un anello tecnicamente molto impegnativo: un primo tratto di falsopiano che improvvisamente si inerpica sino al primo cambio di assetto; un tratto ripidissimo a piedi con gli sci nello zaino; nuovo cambio e con gli sci ai piedi salita sino al punto più alto del circuito; ultimo cambio di assetto e giù velocissimi sino al traguardo passando per lo spettacolare salto dove gli atleti hanno dimostrato le proprie capacità tecniche.

Al Cadetto Rocco Baldini – atleta della Nazionale e della Polisportiva Albosaggia (squadra organizzatrice insieme all’Associazione Gino e Massimo ed alla fam. Berniga) è andato l’ambito trofeo Berniga a fronte del miglior tempo assoluto di qualifica.

Ora i risultati: Cad. F 1° Silvia Berra, 2° Nicole Valli (entrambe della Polisportiva Albosaggia) e 3^ Elisa Tron.
Cad. M 1° Luca Tomasoni , 2° Rocco Baldini e 3° Simone Murada (questi ultimi della Polisportiva Albosaggia)
Junior F 1^ Lisa Moreschini, 2^ Katia Mascherona, 3^ Alessia Giudici
Junior M 1° Davide Lucchini, 2° Alessandro Rossi e 3° Simone Antonioli

L’associazione Gino e Massimo, la fam. Berniga e la Polisportiva Albosaggia nelle ultime settimane hanno lavorato per la perfetta riuscita della gara che quest’anno era parte dell’importante circuito di Coppa Italia Giovani. Tracciati, parterre, organizzazione, pacco gara (in collaborazione anche con Edison), pranzo e premiazioni da competizione top.
Dopo la flower ceremony al parterre di Caspoggio, atleti, staff e pubblico si spostano a Chiuro per il pranzo al ristorante Baffo, per le premiazioni e per l’arrivederci alla prossima edizione.

Un ringraziamento ai tanti che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione: gli Enti Pubblici e le Amministrazioni che hanno patrocinato e supportato: il B.I.M. sempre molto attento alle esigenze delle Associazioni e del territorio, il Comune di Ponte in Valtellina ed il comune di Piateda, alle aziende che con il loro contributo hanno supportato la manifestazione tra cui TeamMazzu, Carrozzeria Maggiolone, Lanzi informatica, Corlatti Traslochi, Termoidraulica Piasini, Credito Valtellinese, Termoidraulica Zucchi, Allianz Agenzia Ferrieri-Piani, Salewa Sondrio, Studio Angelo Della Romana, Studio tecnico Lorenzo Tavelli, Impresa Rigamonti e tanti altri.

Un particolare ringraziamento a Edison, la più antica società energetica d’Europa, storicamente presente con i propri impianti nella provincia di Sondrio che conferma la propria volontà di continuare ad operare su questo territorio con un’ottica di lungo periodo, promuovendo iniziative come appunto il Trofeo Gino Berniga.

Un grazie al Soccorso Alpino di Valtellina e Valchiavenna, al SAGF, alla CRI di Sondrio ed a TSN (Tele Sondrio News).

Infine, ma certamente non ultimo, un ringraziamento ai tanti amici e volontari sempre disponibili a tutte le nostre iniziative, senza i quali non sarebbe possibile realizzare eventi di tale impegno organizzativo.

Qui le classifiche

Foto Claudio – https://photos.app.goo.gl/2QqUw1QSaNkbzEn86
Foto Cesare – https://photos.app.goo.gl/bMm1Hbmi2YUKGhuv6
Foto Francesco – https://photos.app.goo.gl/X4HwK8wN1BPZJDBeA
Foto Matteo – https://photos.app.goo.gl/Zap6QJCgCaRedzpT7

Trofeo Gino Berniga 2019

Trofeo Gino Berniga – new location

La mancanza di opportuno innevamento e previsioni non positive per la prossima settimana hanno portato il comitato organizzatore ad un sostanziale cambiamento di programma.
La gara prevista nella abituale sede in Val d’Arigna sarà spostata a Caspoggio (Valmalenco) passando da individuale a sprint race aperta esclusivamente alle categorie giovanili (cat Jun, cad e promozionali) (quindi sono annullate le gare individuali senior e master ed il raduno).

Giusto per rendere l’idea, la sprint race ricalcherà quella na noi organizzata per la coppa del mondo 2016 e qui potete farvi un’idea dal video del grandissimo Kilian

Briefing

In anteprima il briefing della gara.

Iscrizioni

Iscrizioni esclusivamente on-line tramite il portale Federale FISI entro le 12.00 del 26 gennaio 2019.
Il pagamento dovrà essere effettuato al ritiro del pettorale.
I pettorali si potranno ritirare sabato 26 gennaio dalle ore 18.30 alle ore 19.30 presso la Biblioteca di Albosaggia oppure domenica 27 gennaio dalle ore 7.30 alle ore 8.30 presso il Centro Zenith di Caspoggio

Costi

Il costo sarà di 15€ (cat. cad /jun) e di 10€ (cat. promozionali) comprensivo di bellissimo gadget e di pranzo presso il Ristorante Baffo.

Regolamenti e materiali

Materiale e regolamento come da FISI.

Programma

Sabato 26 gennaio

ore 12.00 termine delle iscrizioni.
dalle ore 18.30 alle 19.30 briefing con gli allenatori e possibilità di ritirare il pettorale presso la Biblioteca di Albosaggia

Domenica 27 gennaio
  • dalle ore 7.30 alle 8.30 ritiro pettorali presso il Centro Zenith di Caspoggio
  • dalle ore 8.30 alle 8.45 prova libera del percorso

Qualifiche

  • ore 9.00 inizio qualifiche CADETTI FEMMINILE, start ogni 20 sec. (~ 15 atlete)
  • ore 9.10 inizio qualifiche CADETTI MASCHILE, start ogni 20 sec. (~ 50 atleti)
  • ore 9.35 inizio qualifiche JUNIOR FEMMINILE, start ogni 20 sec. (~ 15 atlete)
  • ore 9.45 inizio qualifiche JUNIOR MASCHILE, start ogni 20 sec. (~ 40 atleti)

Batterie

  • ore 10.10 partenza delle batterie con il seguente ordine: CADETTI FEMMINILE, CADETTI MASCHILE, JUNIOR FEMMINILE, JUNIOR MASCHILE
  • ore 11.40 partenza semifinali con il seguente ordine: CADETTI MASCHILE, JUNIOR MASCHILE
  • ore 12.10 partenza PROMOZIONALI, start ogni 20 sec. (~ 20 atleti)
  • ore 12.25 BATTERIE CADETTI MASCHILE DAL 30° AL 50°
  • ore 12.45 BATTERIE JUNIOR MASCHILE DAL 30° AL 40°
  • ore 12.55 finali con il seguente ordine: CADETTI FEMMINILE, CADETTI MASCHILE, JUNIOR FEMMINILE, JUNIOR MASCHILE
  • ore 13.20 premiazioni floreali
  • ore 14.00 trasferimento al Ristorante Baffo (https://goo.gl/maps/YYXzk832YBD2) per pranzo e premiazione.

Aggiornamento al 26 gennaio 2019

Circa l’ospitalità vi segnaliamo che è stata fatta una convenzione con 2 strutture alberghiere.

L’hotel del Boschetto a Poggiridenti e l’albergo ristorante Baffo di Chiuro (dove peraltro si terrà il pranzo finale).

Segnalando che partecipate al Trofeo Gino Berniga, avrete delle condizioni agevolate.

 

Cronosalita della Befana 2019

Cronosalita della Befana, il tradizionale appuntamento di fine festività, organizzato dagli amici della Sportiva Lanzada, quest’anno è stato posticipato di una settimana.

Questo per permettere la partecipazione dei giovani che sono stati impegnati il 6 gennaio nel campionato italiano.

Quest’anno al posto del solito tracciato alla Brusada, si è corso a Campagneda in un ambiente decisamente più imbiancato ed affascinante.

Clima stranamente mite e un innevamento buono hanno permesso una bella gara che poi è più una festa fra amici.

Tanta la presenza di equipe che sono giunte a Lanzada anche da parecchio lontano per partecipare ad una delle prime gare della stagione.

Quest’anno la novità della partenza in linea per le cat. ex promozionali (allievi e ragazzi) che hanno corso su un tracciato ridotto di 1.7 km al posto dei tradizionali 2.7 km.

Segnaliamo gli ottimi risultati dei nostri atleti: il “Leo” 2° assoluto, il “felpatino tiimo 3° fra i cadetti, l’inossidabile “Ventura” domina fra i master e Silvietta vince fra le cadette con il 3° tempo dietro 2 campionesse come le 2 Giulia (Compagnoni e Murada).

Qui alcune foto della giornata.

1 2 3 20