Campionati italiani di atletica

Tra i 2000 atleti presenti ai campionati italiani su pista – massima rassegna nazionale – juniores e promesse la nostra società – unica in Provincia – ha schierato 4 atleti segnale di una vivacità e bravura da parte del settore atletica.

Partiamo dai gemelli Steffanoni ovvero Saverio e Giovanni impegnati sui 3000 m siepi una disciplina spettacolare ed emozionante.

Saverio ha migliorato il suo personale fermando il cronometro in 9’43 mentre Giovanni è andato vicino al suo PB finendo la sua prova in 9’53.

La malenca Katia, dopo la conquista della maglia azzurra ai prossimi campionati europei corsa in montagna è scesa a Rieti con la consapevolezza di divertirsi.

Impegnata sui 5000 m è riuscita a migliorarsi di 28’’ finendo i 13 giri e mezzo sulla pista di Rieti in 17’53.

Ottima la prestazione di Gaia: la campionessa italiana corsa in montagna a staffetta si è di nuovo migliorata sui 5000 m stabilendo il suo nuovo personale in 18’19.

Complimenti a tutti e 4 e bravi ai loro allenatori:  Ivan Murada grande appassionato di sport, dimostra il suo valore da tecnico non solo nella sua amata disciplina lo scialpinismo, ma anche tanta professionalità nell’atletica leggera e Gianni Fransci che segue la malenca.

Questi i commenti dei nostri atleti.

Saverio: “Sono contento sono convinto di poter comunque dare di più”.

Giovanni: “Potevo fare di più ma sono contento per bella esperienza vissuta”.

Gaia: “Non contenta, sono strafelice. Arrivo da un periodo di riposo per un problema post campionati italiani montagna ma nonostante questo sono riuscita a migliorarmi segno che quest’inverno e primavera mi sono allenata meglio rispetto il passato”.

Katia: “Sono contenta ora devo pensare alla mia prima maglia azzurra sperando di onorarla nel migliore dei modi. Come ogni anno gli italiani in pista ti regalano grandi soddisfazioni. E’ stata una bellissima esperienza, gara combattuta dall’inizio alla fine abbassando il personale di 30””.

Per tutti e stata bella esperienza e la consapevolezza che bisogna migliorarsi ancora.